IN BREVE
Pregi
DIFETTI

Recensione ristorante.

Il bello, ed il brutto, del nostro girovagare goloso è che, come luoghi celebrati possono riservare spiacevoli sorprese, a volte dietro l’angolo più inaspettato può capitare di incontrare realtà sorprendenti delle quali non avevamo mai sentito parlare. E’ così che, non accomodato ad un tavolo ma in piedi ad un tavolino con davanti un piccolo tagliere, mi sono imbattuto abbastanza causalmente in quella che penso essere, con largo margine, la migliore pizza del Salento. Da poco meno di due anni Stefano Mele, esperienze a Bruxelles e soprattutto nella pizzeria Al Taglio nell’11° parigino, premiata da Le Fooding nel 2008, ha aperto in una viuzza del centro storico di Lecce questa minuscola pizzeria. Difficile vederla (l’insegna peraltro non ne indica il nome ma solo “pizza al taglio”), molto più facile seguire il naso, specie se come nel mio caso ne avete a disposizione uno importante. A dire il vero già rispetto all’anno scorso i segnali visivi indiretti sono aumentati, perché specie la sera il locale è notevolmente frequentato. E come dar torto ai leccesi, che con pochi euro possono portarsi a casa o gustare per strada una pizza che in altre città pagherebbero minimo due volte tanto? I prezzi infatti sono davvero encomiabili (o forse semplicemente necessari, in una città tendenzialmente economica e in periodo di crisi), le pizze più care si issano a fatica sui 15 euro al chilo. Niente, se facciamo il paragone con alcuni templi nazionali della pizza al taglio. Ovviamente a queste cifre gli ingredienti vengono scelti anche per il coerente rapporto qualità prezzo, quindi le farine non sono di quelle griffatissime, ma solo buone, e le tipologie di pizza non vanno, per il momento, a toccare ingredienti eccessivamente costosi (ma se arriverete nel momento giusto troverete lo stesso una sontuosa pizza ai ricci di mare). A fronte di tutto ciò abbiamo però un’arte della lievitazione con davvero pochi eguali. L’uso del lievito madre, in combinazione con uno start di chimico, produce un’alveolatura sensazionale ed una leggerezza che ho riscontrato in pochissime altre pizze realizzate secondo la stessa filosofia. La lievitazione è variabile fra le 24 e le 32 ore, quindi neppure troppo estrema, ma il risultato è davvero formidabile. L’unico appunto che mi sento di rivolgere è relativo all’olio, talvolta presente in misura leggermente eccessiva. Capisco perfettamente che l’olio locale sia vigoroso ma considerato che l’impasto è realizzato con solo farina 0 gustativamente va a coprire un po’ troppo il sapore etereo della base lasciando una scia amarognola. Da segnalare che visto il successo il locale ha appena inaugurato un’altra sede, meno spartana, in Piazza Mazzini. Speriamo che lo sdoppiamento non influisca sull’eccellente prodotto.

Il pregio: LA PIZZA!
Il difetto: servizio un po’ lento la sera, se ne avete la possibilità andateci a pranzo.

Il Pizzicotto-pizza al taglio
Via degli Ammirati 14/D
o Piazza Mazzini
73100 Lecce
tel. 3208654940
Aperto 7 su 7
Prezzi: dai 9 ai 15.5 euro al chilo

Visitato a Gennaio 2012

Visualizzazione ingrandita della mappa

Carlo Cappelletti

12 Risposte

  1. Alessandro Pellegri

    L’aver letto “Pizza ai ricci di mare” mi ha fatto quadruplicare la salivazione.
    Vado a recuperare uno straccio e torno.

    Rispondi
  2. Puccio

    Al solo pensiero di quella fantastica pizza che abbiamo mangiato mi parte la salivazione a mille!!!

    Rispondi
  3. colville

    Mi sembra fuorviante e generico definire pizze delle focacce condite.
    La pizza è qualcosa di assolutamente differente, questo a prescindere dal gusto certamente squisito di quanto prodotto dal Pizzicotto e da altri che confezionano prodotti analoghi.

    Rispondi
    • Carlo (TBFKAA)

      Da quando esiste un solo genere di pizza? Questa si chiama pizza al taglio, o pizza alla romana, ed è un genere di pizza che ha una sua tradizione. E’ in tutto e per tutto pizza, solo che non è la pizza alla napoletana.

      Rispondi
  4. Giampiero Prozzo

    Ma questo è il posto che mi indicasti nella corrispondenza sul post dell’Alex Bar ?
    Appena sono a Lecce ci passo…

    Rispondi
  5. Aleina

    Esperienza da dimenticare. Il locale è microscopico e si mangia u no in braccio all’altro. Le pizze sono piccolissime ed il servizio è pessimo. ASSOLUTAMENTE da EVITARE!!!!!

    Rispondi
    • Marco

      Si, ma la pizza era buona? Questo blog sarebbe PASSIONE GOURMET e non Passione design e comfort!

      Rispondi
    • Carlo (TBFKAA)

      Scusa, ma “le pizze sono piccolissime” in una pizzeria al taglio dove ti chiedono quanta pizza vuoi mi pare un commento un po’ curioso. A meno che, ovviamente, una teglia di circa 80×40 (a occhio) non sia sufficiente per il tuo appetito.

      Rispondi
      • Marco

        Di solito la misura standard e’ 60×40, però guardando la foto in cui lui tiene la teglia sembra un filino più lunga del normale

  6. LUCA

    Pizza morbida all interno è fragrante fuori,molto molto leggera.Da pizzaiolo che la pizza oltre che a farla gli piace pure papparsela Complimenti!!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata